Come Funziona la Cedolare Secca in Arrivo

Categorie: Fisco e Leggi

È ormai in dirittura di arrivo la cedolare secca e, con essa, giunge notizia di tutte le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate per il pagamento della stessa.
Fino ad oggi, non si era potuto dare seguito alle prime decisioni in merito a causa della mancanza di accordo tra le varie componenti dell’amministrazione, ma il problema appare ormai superato e, a mancare, sarebbe solo un tassello finale con le istruzioni definitive in merito. Tuttavia, una parte dei nodi sembra essere stata già sciolta, con soddisfazione anche degli utenti.
Ad oggi, un tema di particolare interesse per i contribuenti è quello relativo alle modalità per il pagamento dell’acconto Irpef dell’annualità in corso, visto che la cedolare deve escludere il reddito da locazione. A quanto pare, comunque, per tutti coloro che hanno contratti in corso al 7 di aprile, la cedolare dovrà essere opzionata per le dichiarazioni dei redditi del prossimo anno, ma il pagamento dovrà avvenire fin da adesso.
Il calcolo è piuttosto semplice, visto che si applica un semplice 21% o un 19% in caso di canone concordato e, sulla somma risultante, si dovrà applicare un ulteriore 85% che sarà poi versato tramite il classico F24.
Un approfondimento sarà effettuato anche per quanto riguarda gli inquilini. Infatti, anch’essi saranno interessati da una parte delle nuove disposizioni. In particolare, poi, un capitolo sarà dedicato agli adeguamenti Istat del canone: per i proprietari che avranno scelto questa ipotesi, si tratterà di una scelta non più praticabile, dato che gli aggiustamenti per il carovita non potranno più essere effettuati anno per anno.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!