Come Dividere i Beni in Comunione tra Eredi

Categorie: Fisco e Leggi

Dividere proprietà e beni può essere lungo, doloroso e difficile: ma riuscire a trovare un accordo è, in realtà, un vantaggio per tutti, visto che in questo modo si evita di far finire in un brutto stato magari delle proprietà immobiliari o, comunque, un patrimonio che perde, anno dopo anno, il proprio valore.
Tuttavia, i litigi in questo campo non mancano: si tratta di una situazione piuttosto comune che genera reazioni, ben poco piacevoli, a catena. Come comportarsi di conseguenza? In realtà, il Codice Civile prevede, in una serie di articoli, quelli che devono essere i comportamenti da adottare e le regole da seguire: cerchiamo di capire, per grandi linee, quali sono le strade da seguire.
Se qualcuno, per esempio, ha il diritto a vivere in un appartamento, allora se ne dovrà accollare anche le spese di manutenzione e quelle fiscali, mentre gli altri coeredi devono contribuire esclusivamente alle spese di manutenzione straordinaria.
Se, invece, ad abitare nell’appartamento è uno dei coeredi, allora le spese si suddividono tra tutti, tuttavia non si potrà mai acquisire il diritto di proprietà intero, neanche per usucapione.
Se un coerede vuole vendere la propria quota, deve farlo rivolgendosi prima di tutto agli altri eredi, dal moment che esiste il diritto di prelazione di quest’ultimi.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!