Come Capire Meglio la Riforma della Previdenza 2012

Categorie: Previdenza

Riuscire a capire qualcosa della nuove riforma della previdenza 2012 a volte può risultare davvero complicato, e viene considerata dal governo che l’ha varata solamente una piccola parte del grande provvedimento che riguarderà anche mercato del lavoro e ammortizzatori sociali. Come primo punto della riforma sono state abolite le finestre d’uscita: infatti, non sarà più possibile accedere alla pensione attraverso di esse o attraverso le quote. Per quanto riguarda invece l’età di pensionamento che è stata notevolmente alzata, nei dipendenti del settore pubblico è compresa tra i 66 e i 70 anni; invece per quanto riguarda i privati è stata innalzata fino ai 63 anni e sei mesi.

Le aliquote contributive di tutti i lavoratori autonomi compresi artigiani e commercianti, verranno alzate fino al 22% (che sarà raggiunto nel 2018) con un aumento di tipo progressivo. Per quanto riguarda invece enti pensionistici come INPDAP e ENPALS per garantire una maggiore omogeneità del sistema pensionistico migliorando così anche l’efficienza e l’efficacia della loro azione amministrativa in ambito previdenziale ed assistenziale, verranno soppressi e tutte le relative funzioni saranno incorporate all’interno dell’INPS. I cambiamenti che si prospettano e le conseguenze che si ripercuoteranno sui cittadini saranno davvero molti ma serviranno per salvare l’Italia e la sua economia e a renderla al pari delle potenze europee?

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!