Come avviene la Clonazione del Bancomat?

Fra le paure più diffuse, quando si usa la propria carta di credito o il bancomat, è che si possa incappare nella sventura d’incrociare qualche truffatore che agisca clonandoci la carta. Come avviene, quindi, la famigerata clonazione? Essa consiste in una vera e propria duplicazione della carta, da usare poi per scopi illegali o per acquisti finanziati dai nostri conti corrente, sempre dopo che si è riusciti a carpirne il PIN.

Di solito questo passaggio avviene nei pressi dello sportello ATM, sul quale è stato furtivamente posizionato un lettore di dati magnetici ed una microcamera, utile a leggere il movimento delle dita del titolare, al momento dell’inserimento del codice segreto.



Addirittura, i più raffinati ed esperti malfattori usano una doppia tastiera, sistemata senza che ce ne si renda conto, su quella regolamentare, e attraverso di questa sono in grado letteralmente di copiare il pin digitato. Purtroppo, l’insidia è grande, poiché il proprietario della carta molto difficilmente è in grado di rendersi conto della trama ordita a proprio danno: la brutta sorpresa arriverà insieme all’estratto conto! Essere sempre molto attenti, quindi, quando si effettua uno prelievo allo sportello, avendo cura di controllare che non vi sia nulla di sospetto e coprire con la mano libera quella che sta inserendo il codice: è vero che sono solo piccoli accorgimenti, però, possono aiutare a fronteggiare tentativi truffaldini più maldestri!

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!