Cina ed India Vogliono Creare un’Economia Aperta

Categorie: News Finanziarie

La Cina e l’India come paesi sono attualmente al lavoro per fare in modo che la loro economia diventi aperta; la rupia sul mercato si è ulteriormente deprezzata e questo significa che per risollevarli è necessario fare un grande investimento di dollari.

economia

Tra India e Cina si è creata una vera e propria sfida per l’apertura dell’economia che secondo gli analisti esperti si può valutare solamente tenendo in considerazione i tassi di cambio della valuta on shore e off shore del paese preso in considerazione; il capitale mobile di un’economia aperta dato dalla differenza di questi due dati è facilmente gestibile.

In Cina ed India sono stati fatti nel corso degli anni diversi esperimenti permettendo alle varie imprese di quotare le proprie azioni non solo nei mercati locali ma anche in altre città importanti a livello mondiale.

Ma cosa è emerso allora da questo studio fatto in base alle economie di questi due paesi? I controlli e le restrizioni che avvengono sulla valuta, vengono praticamente eliminati poi dalle multinazionali che effettuano delle transazioni nonostante il diverso livello delle imprese all’interno dei mercati.

Quando la valuta è aperta ed ha un tasso che si muove liberamente all’interno del mercato significa che l’economia è matura e piuttosto avanzata; Cina ed India stanno cercando di raggiungere entrambe questo tipo di scopo nei prossimi anni, l’unico dato che ancora non è possibile sapere è quanto tempo ci vorrà perché ci riescano.

Di certo è uno scopo che molti altri paesi dovrebbero prendere esempio da Cina ed India.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!