Casa: Investimento, Spesa o Finanziamento?

Acquistare una casa può avere molteplici significati e implicare numerose conseguenze.
Una casa è sicuramente una forma di investimento, ma può trasformarsi in una spesa a perdere se non ben gestita, senza dimenticare che, tuttavia, può assumere la forma di un comodo finanziamento, di una rendita o di un aiuto economico. Ad esempio, si può pensare di acquistare una casa e di affittarla, usando il ricavato come rendita per sé e per la propria famiglia.
Tuttavia, l’incertezza del mercato ha reso questa situazione più fluida di un tempo e in molti si chiedono se davvero possa valere la pena investire i propri guadagni nel mattone. Altro discorso, poi, è l’accensione di un mutuo, che comporta perdita di parte del guadagno e che, quindi, non può rappresentare una somma elevata se si desidera procedere con la locazione.
Insomma, le domande da porsi sono numerose e le risposte articolate e complesse, tanto che diversi studi si sono presi in carico di spiegare la situazione attuale.
Per semplificare, quello che si evince è che nelle città principali del nostro Paese, gli affitti continuano ad avere un rendimento lordo del 3,8%, sebbene in passato si siano toccate punte del 5,9% annuo.
Chiaramente, allontanandosi verso la periferia le percentuali cambiano, così come cambiano da città a città. Strano a dirsi, comunque, i rendimenti sono più elevati nelle aree periferiche e semiperiferiche, anche a causa della minore richiesta di case in centro, dai canoni sempre troppo elevati per la media delle famiglie italiane.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!