Carte di Credito: Cala Ancora Vertiginosamente il Numero nel 2011

La carta di credito è un ottimo prodotto finanziario e quello tra i più usati dagli italiani non solo perché i più semplici da utilizzare ma che in alcuni casi hanno il numero minore di spese. Nonostante questo, sono proprio i soldi da mettere all’interno delle carte che mancano agli italiani, infatti nello scorso anno 2011 il numero delle carte di credito attive è sceso sensibilmente.

Quelle che però sono rimaste attive nell’anno passato hanno fatto registrare un maggior numero di operazioni fatte, anche se questo può sembrare un vero contro senso; è salito invece quello dei bancomat e delle carte prepagate che per molti italiani si sono rivelate probabilmente più utili e meno costose.

Il problema di alcuni tipi di carte credito è che prevedono troppe spese per essere mantenute attive e questo non fa che allontanare gli italiani che ne posseggono una e decidono di spostarsi verso un altro tipo di prodotto finanziario; in pratica viene messa una determinata cifra a disposizione del cliente che dovrà poi risarcirla a rate.

Quasi come le carte revolving ma in questo caso sono molto più salati gli interessi che il cliente si ritrova a pagare; il cliente non può andare oltre quella determinata somma che la banca ha stabilito con lui (e che può essere anche di soli 100 euro mensili).

Non si ha alcun tipo di privilegio con la carta di credito perché di solito non è previsto saltare una rata; molto presto le carte di credito potrebbero lasciare spazio alle carte prepagate molto più semplici ed economiche da utilizzare.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!