Carta di Credito per i Professionisti

Un professionista può avere l’esigenza di utilizzare una carta di credito che abbia delle caratteristiche leggermente differenti da quelle che normalmente possiamo usare da privati. Per questo motivo, esistono delle offerte specifiche che alcuni istituti di credito propongono per chi cerca di eliminare il ricorso ai contanti e si orienta, anche per lo svolgimento della propria attività professionale, sull’uso degli strumenti elettronici.

Un lavoratore autonomo, quindi, non potrà fare a meno di possedere una carta di credito, possibilmente collegata ad un conto differente rispetto a quello personale, in modo da tenere ben distinti i due flussi di cassa e avere un maggior controllo su entrate e uscite.



Tra le offerte che vengono proposte dalle banche, vi sono alcune molto interessanti che riguardano la documentazione fiscale per tutte le detrazioni del caso, direttamente inviata al cliente: spesso, anche il costo della carta e gli estratti conto sono validi ai fini della certificazione IRPEG e fiscalmente deducibili.

I limiti di spesa, generalmente, non vengono fissati e sono altresì presenti diverse convenzioni con negozi e operatori che offrono sconti o agevolazioni nel momento in cui si effettuano determinati acquisti.

Naturalmente, sono poi presenti una serie di opzioni riguardanti la sicurezza inerente lo scorretto uso della carta di credito, il suo furto o la perdita della stessa.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!